Sport, tempo libero e divertimento

La passione delle quattro ruote: f1

La passione delle quattro ruote: f1

Pubblicato da in data 27 Ago 2015 in Sport

La storia:

L’evoluzione di questo sport

Nle 1946 viene creata la Formula A, ma solo due anni più tardi lascia alla denominazione di f1, ovvero Formula 1, qualche anno dopo si espande a livello mondiale. Nel corso degli anni sono state tante le regole che hanno caratterizzato questo sport, rendendolo sempre più avvincente, andando a favorire i tifosi che giungono sui circuiti e tutti coloro che invece seguono da casa.

Il primo gran premio di f1 si sviluppò a Torino e vide la vittoria di un Alfa romeo guidata dal pilota lombardo Achille Vanzi, la prima gara internazionale invece si ebbe nel 1950 in Gran Bretagna. Inizialmente si gareggiava solo per la classifica piloti, ma poco prima degli anni 60, 1958 di preciso, fu istituita anche una classifica costruttori, ciò incrementò l’agonismo in gara, oltre la competitività.

I piloti storici:

Coloro che hanno segnato questo sport

Se guardiamo più ai giorni nostri viene subito in mente il 7 volte campione del mondo Michael Schumacher, il pilota tedesco, classe 1969. E’ stato capace di vincere 2 titoli mondiali con la casa costruttrice della Benetton per poi passare nella casa costruttrice della Ferrari e portare nelle bacheche italiane 5 titoli mondiali, oltre a soddisfazioni ed emozioni per tutti i tifosi della casa del cavallino.

Un altro campione che ha lasciato il segno in f1 è sicuramente il brasiliano Ayrton Senna, spentosi purtroppo per un tragico incidente del 2004 sul circuito italiano di Imola. Anche lui campione del mondo ma per 3 volte in 4 anni, è considerato uno dei migliori in questo sport e resta nella mente di tutti coloro che lo hanno visto correre e destreggiarsi sui vari circuiti che lo hanno visto protagonista.

Un altro pilota che ha marchiato a fuoco la sua presenza in f1 è Juan Manuel Fangio, penta campione del mondo negli anni 50. E’ stato un pilota argentino, spentosi all’età di 84 anni, a fine anni 90, ha il record di aver vinto un titolo mondiale ad un età avanzata, ovvero 46 anni.

Le scuderie

Le storiche

Parli di f1 e vengono in mente le varie case costruttrici che ne hanno fatto parte, essendo italiani, pensiamo subito al cavallino rampante, ovvero la Ferrari. Essa è stata fondata da Enzo Ferrari nel 1947, la sua storia è fatta di tanti successi e ricordi che mai usciranno dalla mente dei tifosi e dagli amanti di questo sport.

Per anni, circa 23, il presidente è stato Luca Cordero di Montezemolo, ma l’anno scorso ha lasciato lo scettro all’amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne. Oltre alla scuderia di casa nostra, ce ne sono altre che meritano di essere citate, tra queste c’è sicuramente la Mclaren, altra casa costruttrice che ha riempito di emozioni i propri tifosi e riempita la bacheca con tanti successi memorabili.formula-1

Come anno di nascita è più giovane della Ferrari visto che è stata fondata nel 1963, ora il direttore di quest’azienda è Ron Dennis. Dopo Ferrari e Mclaren, la scuderia della Williams risulta essere la casa costruttrice con maggiori successi.

Infatti nella sua bacheca ci sono ben 9 titoli mondiali come costruttori e 7 riguardanti i piloti che hanno fatto parte di questa scuderia. Il suo anno di nascita è il 1977, ed i piloti che ora gareggiano per questa casa sono Felipe Massa e Valeri Bottas.

Fonte: sport.sky.it/sport/formula1/home.html