Sport, tempo libero e divertimento

L’edizione del Giffoni festival 2016

L’edizione del Giffoni festival 2016

Pubblicato da in data 12 Lug 2016 in Tempo libero

Il 15 luglio parte la 46a edizione del Giffoni Festival che ospiterà tanti attori sia italiani che stranieri. I film per bambini e ragazzi in concorso sono 104 e verranno giudicati da più di 4000 giurati.

Come da tradizione ormai da 46 anni si terrà a Giffoni Valle Piana in provincia di Salerno il Giffoni Festival, che dal 2009 è anche chiamato in modo più internazionalizzato “Giffoni Experience”, perché effettivamente si tratta di un’esperienza che ha davvero qualcosa di magico per i ragazzi che vi partecipano numerosi.
Il pubblico atteso dal 15 al 24 luglio sarà di circa 180 mila persone, soprattutto bambini e ragazzi che si cimenteranno nella visione di una maratona di film suddivisi per categoria d’età.

Le categorie si chiamano Elements+ e riguardano bambini dai 3 ai 5 anni, dal 6 ai 9 anni, dai 10 ai 12 anni, e quindi quelli che vanno verso l’adolescenza dai 13 ai 15 anni e dai 16 ai 17, fino a quelli che hanno più id 18 anni.

Per ogni fascia d’età saranno chiamati a guardare dei corto e lungometraggi (per i più piccoli) fino ai film che affrontano temi molto seri che vedremo di seguito e che chiameranno i ragazzi a riflettere su questioni di attualità che possono riguardarli da vicino.
I vincitori a seguito della votazione saranno premiati con il Grifone (il Grifon Award) a conclusione di una kermesse quanto mai coinvolgente.

Il tema dell’edizione Giffoni Festival 2016

Il direttore storico del Giffoni Festival è Claudio Gubitosi che fin dall’età di 18 anni ha voluto dedicare una manifestazione proprio al cinema dedicato ai giovani. Da piccolo festival di provincia il Giffoni è ormai diventato il simbolo della “settima arte” per ragazzi, che ha visto diverse imitazioni e repliche, la più famosa delle quali è quella omonima negli Stati Uniti, l’Hollywood Giffoni Film Festival. E’ cresciuto molto questo festival negli anni, perché forse nei film per ragazzi c’è una sensibilità particolare che va considerata in quanto si tratta di offrire loro personaggi con i quali identificarsi.

Il tema di quest’anno in qualche modo si ricollega al “viaggio” verso l’età adolescenziale e adulta che ognuno compie perché è quello delle “destinazioni”. L’adattabilità a infiniti contesti di questo tema non è casuale: la prima destinazione è quella verso il Giffoni Festival dove i bambini per la prima volta hanno l’occasione di affrancarsi dai genitori, anche se con la loro supervisione. Le destinazioni riguardano anche i bambini e ragazzi che lasciano il proprio paese insieme alla famiglia alla ricerca di una vita migliore.

Le destinazioni sono anche quelle della propria ricerca di identità in un’età dove tutto si apprende, spesso per la prima volta, e dove ci si pone mille domande su come diventare “grandi”.
Il tema del Giffoni Festival di quest’anno ha sicuramente implicazioni importanti per i giurati, anche se i film non sono strettamente a esso correlati. Loro stessi arriveranno alla destinazione finale della kermesse durante la quale incontreranno attori famosi, ma anche coetanei provenienti da più di 50 paesi nel mondo.46a edizione del Giffoni Festival

E’ la riprova che le destinazioni di questo festival non hanno confini e possono portare a un interscambio culturale che non può che arricchire in ragazzi in un ambiente dove si assiste, si apprende, si scambiano idee, si discutono gli argomenti più disparati, si fanno proposte e ci si incontra con il mondo, senza porre limiti alla fantasia.

Diventare giurati del Giffoni Festival

Il Giffoni Festival è per i ragazzi e da loro è animato perché sono chiamati al compito di giudicare film, cortometraggi e lungometraggi in 4150 provieniti da ogni dove. I film in concorso per quest’anno sono in tutto 104 e saranno proiettati ogni giorno a orari diversi, mentre per i Masterclass (over 18) dopo le 19.

L’iscrizione si può fare semplicemente dal sito del festival ogni anno entro la prima decade di marzo e costa 20 euro. A chi farà richiesta e verrà selezionato, ci sarà un “kit del giurato” ad attenderlo con badge, maglietta, capellino e block notes. Per chi invece non avrà fatto in tempo potrà sempre rientrare nella selezione dell’anno seguente, per vivere un’avventura davvero straordinaria che per i più piccoli avverrà naturalmente insieme ai genitori.

Gli ospiti attesi per il Giffoni Festival

Al Giffoni Festival negli anni sono passati gli attori, i registi e i personaggi del mondo dello spettacolo più famosi e anche quest’anno la scelta è caduta su quelli tra i più amati da bambini, ragazzi e non solo.

Il 15 luglio il Giffoni Festival sarà inaugurato da Gabriella Pession, reduce dal successo della miniserie su Rai Uno “Il sistema, mentre il 16 sarà la volta di Cristina dell’Anna già nota al grande pubblico per la sua interpretazione delle gemelle in “Un posto al sole su Rai Tre e anche nella serie Gomorra (Patrizia).
Il 17 luglio sarà la volta di Ricky Memphis, mentre il 18 ci sarà il regista di “Lo chiamavano Jeeg Robot” Gabriele Mainetti. Lo stesso regista racconterà la sua vita di scrittore e regista in una lezione alla Masteclass nella stessa giornata.

Tra gli altri attori italiani presenti l’attrice e presentatrice Miriam Leone il 19, mentre il 20 luglio sarà la volta del regista di “Gomorra”, Matteo Garrone, che sarà anche premiato con il Premio Truffaut 2016.
Riguardo agli ospiti internazionali c’è una grande attesa manifestata anche sui social network per l’attore di Hunger Games Sam Caflin (Finnik Odair), che viene anche a presentare il suo nuovo film “Io prima di te”.

Sarà accompagnato da una partner d’eccezione come Emilia Clarke, la Daenerys Targaryen di “The game of thrones”.
Il 22 luglio è atteso l’attore di X-man Nicholas Hoult. Questi sono solo alcuni nomi del fitto programma del Giffoni Festival e per incontrare da vicino gli attori bisogna telefonare per prenotare il proprio posto fino ad esaurimento al “Meet the star”.

Tra i film in concorso da segnalare c’è il cortometraggio per la fascia di età 3-5 anni e 6-9 anni di Fabrizio Gammardella e Luca Bigliazzi.
Per i bambini tra i 10 e i 12 anni sarà affrontato il tema del lavoro minorile con “Fortune Favors the Brave”, del regista tedesco Norbert Lechner. Il festival invita quindi alla riflessione su temi scottanti affrontati con tatto e nel giusto modo perché possano essere apprezzati anche dai ragazzi.